Rimbambimenti
Un ted talk senescente in salsa punk

 

 

di e con Andrea Cosentino


drammaturgia sonora e musica dal vivo Lorenzo Lemme
progetto scenico Paola Villani
realizzazione marionetta A e B
luci Raffaella Vitiello
costumi Anna Coluccia
aiuto regia Alessandra De Luca
collaborazione artistica Michela Aiello, Rita Frongia, Margherita Masè, Giulio Sonno

produzione Cranpi
con il contributo di MiC – Ministero della Cultura
con il sostegno di Fortezza Est

 

Durata: 60 minuti
Biglietteria

 

Una performance che parte come una conferenza sul tempo da parte di un presunto scienziato, il suo doppio marionettistico affetto da Alzheimer e un assistente musicista, e scivola verso un concerto/spettacolo che, allineandosi alle concezioni di tempo e materia della fisica quantistica, smonta inevitabilmente ogni ordine e logica causale. Tra spiegazioni rigorose e discorsi a vanvera, il conferenziere dimentica la sua parte, cerca di ricostruirla attraverso appunti e oggetti sulla scena dei quali fatica a ricordare l’utilità, fino a perdere ogni cognizione di sé e degli altri, in un processo inarrestabile verso la dissoluzione e l’entropia. Il risultato è una conferenza esplosa, un mix incosciente tra musica tecnologica, teatro di figura, divulgazione scientifica e parole in libertà, un TED Talk senescente in salsa punk.

 

Andrea Cosentino
Attore, autore, comico e studioso di teatro, vincitore del Premio speciale Ubu 2018, è l’inventore e conduttore di “Telemomò, la televisione autarchica a filiera corta”. Tra i suoi spettacoli si includono “La tartaruga in bicicletta in discesa va veloce” (finalista “Premio Scenario” 1998), il ‘dittico del presente’ con “L’asino albino” e “Angelica”, “Antò le Momò-avanspettacolo della crudeltà”, “Primi passi sulla luna”, “Not here not now, Lourdes” (vincitore “Teatri del sacro 2015”), “Trattato di economia” e “Kotekino riff”. Ha partecipato come opinionista comico a “AUT-AUT” (Gbr-circuito Cinquestelle) nel 1993 e a “Ciro presenta Visitors” (RTI Mediaset) nel 2003, inventando una telenovela recitata da bambole di plastica. È promotore del PROGETTO MARA’SAMORT, focalizzato su un’ipotesi di teatro del-con-sul margine e la ricerca sulle forme espressive subalterne.

 

Cranpi
Fondata nel 2015 e diretta da Antonino Pirillo e Giorgio Andriani, promuove la cultura teatrale attraverso la produzione, il sostegno e la distribuzione di spettacoli, l’organizzazione di percorsi di formazione e l’ideazione di rassegne speciali. Dal 2021 è sostenuta dal MiC. Dal 2018 ha prodotto 13 spettacoli presentati nei principali festival italiani e nel 2019 ha ricevuto il Premio UBU per “La classe” di Fabiana Iacozzilli. Cranpi cura progetti speciali come “Piccole donne crescono” e “Da qui in poi ci sono i leoni” e il festival Sempre più Fuori. Dal 2020, Pirillo e Andriani sono co-direttori del Teatro Biblioteca Quarticciolo di Roma.



21/06/2024 ore 21.30
La Corte Ospitale, Chiostro













21/06/2024
Rimbambimenti
Andrea Cosentino
L'Emilia e una notte
La Corte Ospitale