Calcinacci

 

di e con Claudio Larena
Progetto selezionato Poweredbyref 2020 di
RomaeuropaFestival
Con il sostegno di: Carrozzerie NOT
Teatro Spazio Rossellini
Ostudio a cura di Chiasma Artisti.Associati
Consulenza Artistica: Arianna Pozzoli
Consulenza Luci: Francesco Tasselli

 

In scena un muro e un operaio. Lo vediamo solo, in perenne dialogo con il muro e con la materia che andrà a rivestirlo. Lo vediamo vigile, rispettare regole che si tramutano in gesti e in azioni, in partiture meccaniche e risolute che non possono avvenire se non in quel quadrato di telo protettivo posto davanti alla parete. Questo è il luogo dello sporco, della polvere e allo stesso tempo della disciplina, a suo modo un luogo sacro dove probabilmente il soggetto in questione compie continuamente giorno per giorno le stesse azioni, fino a farle diventare degli automatismi dai quali cercherà di scappare, per poi tornarci come se un elastico lo tenesse legato al muro che, per ogni tentativo di fuga, lo richiama all’ordine.

Il muro è uno specchio che non riflette, è una possibilità, non è un limite, è un lavoro e una relazione concreta che non può mutare.

Tutto gira attorno al muro, senza di lui, non succederebbe tutto il resto.

 

A seguire Claudio Larena apre al pubblico la sala prove del suo nuovo lavoro LENA, progetto selezionato bando ERetici_ le strade dei teatri, Centro di Residenza Emilia-Romagna ::: L’Arboreto Teatro Dimora, La Corte Ospitale.

 

 



29/06/2022 ore 21.30
La Corte Ospitale, Chiostro

















29/06/2022
Calcinacci
Claudio Larena
Corte Ospitale, Chiostro
Rubiera